Un radio-documentario di Michelangelo Severgnini e Piero Messina.

I messaggi vocali dei migranti-schiavi in Libia. Centinaia di migliaia in fuga da un sistema di schiavitù. Tornare a casa attraverso il deserto non è possibile. Attraversare il mare è proibito. 
Moltissimi di loro, scoperto l’inganno della “promessa Europa”, chiedono di essere rimpatriati nei loro Paesi. 
Le voci dei migranti inviate attraverso Whatsapp agli autori, alla ricerca di un sogno che cresce con la loro voce: un esodo dalla Libia, ora, un volo per tornare a casa.
Apriamo gli aeroporti (quelli libici, quelli africani, quelli europei)!